Quel che resta del bosco

Genova, Palazzo Stella, dal 17 al 28 Novembre 2018

S’inaugura sabato 17 novembre 2018 alle ore 17:00 nelle suggestive sale di Palazzo Stella a Genova, la mostra personale di Stefania Lubatti “Quel che resta del bosco” a cura di Flavia Motolese. La mostra resterà aperta fino al 28 novembre 2018 con orario 15:00 – 19:00 dal martedì al sabato.

Il riferimento primo di Stefania Lubatti è il paesaggio naturale da cui desume suggestioni contenutistiche ed impressioni visive che poi rielabora attraverso stilemi di stampo informale.
La sensibilità dell'artista riesce a cogliere i fremiti e i palpiti vitali che animano la vegetazione arborea e a renderne l'essenza in un processo di rarefazione delle forme: le figure, immerse in un chiarore diffuso e stemperate con sfumature quietamente intimiste, tendono ad assumere sembianze stilizzate. I tronchi si verticalizzano e si assottigliano, talvolta fino a diventare semplici linee a cui il colore si innerva, mentre le fronde sembrano smaterializzarsi in una delicata trama di rapporti e accordi quasi calligrafica intrisa di colori lievi.
Da una partitura segnica minuta, l’artista, assecondando l’impeto espressivo a cui tende istintivamente, passa poi a gesti decisi, rimarcati cromaticamente dalla scelta del nero o di tonalità forti. Anche la materia pittorica si fa più consistente attraverso l’introduzione di applicazioni varie o di impasti in cui al pigmento viene aggiunta una componente granulare.
L'attenzione di Lubatti per la natura annuncia istanze più profonde: l'osservazione porta con sé la constatazione dello stato di sofferenza di un mondo che sempre più subisce le scelte di un'umanità indifferente e colpevole.
Il pigmento, spesso disciolto dall'acqua e lasciato colare sulla superficie della tela, richiama metaforicamente il progressivo deterioramento della natura e l'idea di un flusso temporale, pericolosamente in progressione.
Il tempo, così, si spazializza visivamente in uno scorrere verticale, la realtà viene rappresentata in transizione, le forme smettono di avere confini definiti e si compenetrano, mescolandosi in un’atmosfera evanescente carica di echi. Nelle opere di Stefania Lubatti, il paesaggio viene suggerito, più che riprodotto, perché scaturisce dalla proiezione del rapporto emotivo che l’artista instaura con il reale e definisce una dimensione ulteriore in cui la contemplazione del mondo materiale diventa comprensione profonda e intima della sacralità della natura.

Fiera del Libro Imperia 2018

Imperia, dal 25 al 27 Maggio 2018

Si alza il sipario sulla 17ma edizione della ‘Fiera del Libro, festival della cultura mediterranea’ che si svolgerà nella zona pedonale di via Cascione a Porto Maurizio a partire da questo pomeriggio fino a domenica 27 maggio.
L’affermato evento, che negli anni ha raggiunto una caratura di livello internazionale, è organizzato dal Comitato San Maurizio presieduto da Luciangela Aimo, insieme con la commissione scientifica presieduta da Annelise Caverzasi con il patrocinio della: Presidenza del Consiglio dei Ministri e Ministero dei Beni e Attività Culturali, Città di Imperia, Provincia di Imperia, Camera di Commercio Riviere di Liguria e Regione Liguria.

Al taglio del nastro erano presenti, oltre agli organizzatori: il Prefetto Silvana Tizzano, il vicesindaco Guido Abbo per il Comune di Imperia, il Questore Cesare Capocasa, il presidente della Provincia Fabio Natta, l’assessore regionale Marco Scajola e il comandante dell’Arma dei Carabinieri Andrea Mommo.

ARTGallery 37

Torino, dal 5 Luglio al 13 Settembre 2018

L'Associazione Culturale Collettivo 37 in collaborazione con la Galleria d’Arte Moderna e Contemporanea Artgallery37 di Torino e con il nuovo portale d’arte CollectionArt, presentano la mostra di arte contemporanea dal titolo “Esposizione artistica Nazionale Collectionart37” a cura di Roberto Borra che si inaugura nella Artgallery 37 di Torino giovedi 5 luglio alle ore 19 e che terminerà giovedi 13 settembre 2018, data del finissage e della proclamazione e consegna ufficiale dei premi. La mostra rappresenta infatti l’epilogo della prima edizione del “Concorso Nazionale Collectionart37” indetto con il Patrocinio Istituzionale della Città di Torino e della Circoscrizione 7. Scopo prioritario del concorso è quello di valorizzare gli artisti contemporanei che si distinguono per la qualità del lavoro e della ricerca in ambito artistico. Il Concorso pur essendo alla sua prima edizione ha registrato la partecipazione di moltissimi artisti provenienti dalla gran parte delle regioni italiane e di un numero consistente di pittori, fotografi, disegnatori e artisti digitali che operano sul territorio italiano ma appartenenti a svariate nazionalità tra le quali, Svizzera, Russia, Belgio, Germania, Congo, Inghilterra, Francia,Croazia, Bielorussia ecc. Le 5 sezioni tematiche rappresentate nell’ambito di questo concorso a tema libero, sono le seguenti: sez.Pittura astratto-informale, sez Pittura figurativa, sez Fotografia, sez Disegno ,Grafica, Digital Art e sezione Acquerello e Pastello.

La partecipazione a questa esposizione di carattere nazionale, risulta dunque essere un importante riconoscimento all’operato dei 50 artisti selezionati le cui opere sono state selezionate tra le oltre mille presentate e valutate dalla apposita Commissione Artistica istituita dall’organizzazione. Il livello dell’arte proposta si è rivelato infatti di buona qualità con picchi di indubbia eccellenza.

L’idea di ospitare la sede di un concorso nazionale nella piccola ma prestigiosa galleria torinese Artgallery 37 situata nel Palazzo Antonelliano di via Buniva 9/ter a due passi dall’Accademia Albertina e dai più importanti Musei torinesi è stata coraggiosa e innovativa. Come poteva rispondere ad una tale sollecitazione l’ampia platea degli artisti italiani abituati a partecipare a concorsi in grandi location espositive? La risposta degli artisti è andata oltre le aspettative degli organizzatori. I numerosissimi partecipanti hanno premiato concretamente la formula del concorso e al contempo l’idea che, esporre in una galleria di concept micromuseale che ha ospitato nelle sue sale, opere di De Chirico, Chagall, Vedova, Morlotti, Spazzapan, Gribaudo e di altri importanti artisti nazionali ed internazionali, fosse ulteriore elemento di prestigio per la propria carriera nel mondo dell’arte e per il contesto delle opportunità offerte dalla significativa presenza di esperti del settore artistico e culturale che gravitano intorno all’organizzazione dell’evento.

La partecipazione all’ Esposizione artistica Nazionale Collectionart37 consentirà agli artisti selezionati di entrare a far parte attivamente del “Sistema Collettivo37” accedendo all’inserimento nella programmazione di esclusivi e innovativi progetti d’arte nazionale ed internazionale, alcuni dei quali di imminente attuazione. Nel concreto, l’organizzazione porterà dal 17 al 28 ottobre in una prestigiosa galleria di Londra, 7 tra i più interessanti giovani fotografi del Circuito artistico C37, selezionati tra i partecipanti alle precedenti mostre nella galleria torinese. Al contempo è in atto la selezione di alcuni artisti iscritti all’Associazione per la partecipazione agli inizi del 2019, ad una esposizione tematica di arte contemporanea in una importante galleria di Edimburgo, in Scozia. Inizierà a breve la selezione per una grande esposizione artistica internazionale in un importante contesto museale del Piemonte. La prima edizione del Concorso Artistico Nazionale Collectionart37 e la relativa esposizione d’arte, non sono dunque, eventi fine a se stessi ma, organici progetti a sostegno e valorizzazione degli artisti dell’Associazione del Collettivo 37 attraverso l’introduzione, in un concreto sistema di opportunità e di relazioni ampio e diversificato.

Per l’attribuzione dei premi finali, una apposita Giuria Artistica di alto profilo costituita da Giornalisti, Critici, Storici dell’Arte e Artisti Internazionali, valuterà le opere in mostra visionandole dal vero, direttamente nelle sale della galleria, in un ideale contesto espositivo dove le loro caratteristiche saranno adeguatemente valorizzate.

SATURA International Contest

Genova, dal 7 al 21 Luglio 2018

Con il Patrocinio di Regione Liguria, Comune e Città Metropolitana di Genova, s’inaugura sabato 7 luglio alle ore 17:00, nelle suggestive sale di Palazzo Stella a Genova, il concorso d’arte contemporanea “SATURA International Contest 2018” a cura di Mario Napoli. La mostra resterà aperta fino al 21 luglio 2018 con orario 15:00 – 19:00 dal martedì al sabato.

Quest'estate Genova sarà internazionale come non mai, dal 7 luglio per SATURA art galleryè tempo di International Contest. Una rassegna che torna sull'onda dei successi delle precedenti edizioni, specchio di una fase storica che vede moltiplicarsi velocemente i suoi linguaggi, e dove l'azione artistica è frutto di un nomadismo espressivo radicato su dati oggettivi sempre più globali.
SATURA International Contest parte dal concetto di internazionalità per indagare il suo significato in campo artistico attraversando trasversalmente codici visivi provenienti da esperienze geograficamente distanti tra loro. Il concorso ha quindi l’intento di allargare lo sguardo sulle molteplici tematiche del mondo contemporaneo, inserendo Genova come ideale fulcro spaziale di interscambio e contaminazione che diventa fondamentale alla comprensione del panorama intellettuale odierno.
È qui che SATURA art gallery ha scelto d'intervenire decisivamente, proponendo una rigorosa riflessione sulla ricerca artistica, partendo dai grandi temi di sempre e apportando contributi individuali di approfondimento/interpretazione. Da ventiquattro anni attiva nell’ambito del talent scouting e della complessa geografia del contemporaneo, SATURA persiste nel puntare su progetti concreti rivolti all’arte come ulteriore motore per il proprio territorio e non solo.
La selezione attenta ai contenuti rende questo concorso un evento capace d'intrecciare valenze diverse, dimostrando a conti fatti che l'arte è puro ed inesauribile sentimento del mondo e, ancor più pressantemente, che la funzione dell'artista è ancora quella di saperne cogliere tutte le più infinitesimali modificazioni.

Astrazioni Emotive

Alassio, dal 16 al 31 Dicembre 2017

Astrazioni Emotive è un gioco di colori che tende all'infinito: a volte i colori si trasformano in città senza confini, altre volte si impastano con le luci e danno vita a storie senza tempo dove il visitatore si può specchiare. I quadri rappresentano una potenzialità, un frammento di mondo che il visitatore/artista è chiamato a co-creare insieme all'autore. Il legame tra il visitatore e le opere avviene sul piano delle emozioni, che entrano in risonanza con lo spirito di chi le osserva creando una sintesi superiore.

Astrazioni Emotive è un viaggio nell'indeterminato dove il visitatore è chiamato a definire la propria meta. Per cui, buon viaggio!

La mostra è accompagnata dalle poesie di Marco Moletta.